Castiglione d’Orcia. Il sindaco Galletti abbraccia la protesta dell’emiliano Mastacchi, il “sindaco pellegrino”.

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Castiglione d’Orcia 09/03/2016
Undici sindaci assieme a Claudio Galletti, accolgono Marco Mastacchi, Sindaco di Mozzuno (Bo), in cammino verso Palazzo Chigi, per protestare contro i tagli ai piccoli Comuni.
La visibilità su “Ballarò” (RAI 3) per un’iniziativa congiunta che vedrà i primi cittadini incontrarsi nuovamente a Volterra Sabato 12 Marzo, contro l’accorpamento fra i Comuni mostrerà con esempi concreti cosa comportino le difficoltà di bilancio.
Dell’Amiata senese, presente il Sindaco di Radicofani Fabbrizzi.

La rivolta contro il taglio dei finanziamenti ai piccoli comuni d’Italia, passa decisamente per la Val d’ Orcia. Nel comune di Castiglione, si gettano le basi, per una protesta che ha visto, come testimonial  il “Sindaco Pellegrino” Marco Mastacchi, primo cittadino di Monzuno, paese dell’appennino Bolognese, alle prese con i tagli finanziari, costretto, per farne fronte, a “sforbiciate” ai servizi dedicati ai propri cittadini.
A Castiglione d’Orcia, piccolo centro d’Italia per numero di abitanti, il problema dei tagli economici da parte dello Stato centrale lo sentono; e lo sente, Claudio Galletti, sindaco dal Maggio 2014, alle prese con situazioni a dir poco paradossali, proprio a conseguenza, a partire dal 2007.
L’incontro con Marco Mastacchi, si è svolto ieri sera, nella splendida sala Consiliare del Municipio in Piazza del Vecchietta. L’occasione è stata accentuata dall’invito, da parte del programma televisivo Ballarò, in onda in prima serata RAI 3, con alcuni collegamenti in diretta specifici dell’argomento. A Castiglione, sono per l’occasione convenuti una quindicina di Sindaci delle provincie di Siena, Lucca, Arezzo, Pisa e Bologna. La parte del “padrone di casa”, l’ha certamente fatta Claudio Galletti, che, al primo, intervento in diretta, ha mostrato la scuola media , in Via della Buca, da alcuni anni inagibile, lamentando il fatto una classe fa lezione proprio nel suo studio all’interno del Palazzo Comunale. Il Sindaco Galletti, ha poi mostrato un grande cartello in cui si notava, con evidenza, il taglio degli aiuti finanziari da parte dello stato centrale che, a partire come detto in precedenza dal 2007, un taglio di 136.000 Euro, che ha gravato molto sulle opere del paese.

Claudio Galletti, da quando è stato eletto, non ha mai smesso di denunciare il sistematico taglio dei finanziamenti. Il gruppo dei sindaci presenti, intervistato dalla conduttrice esterna  Eva Giovannini, ha dovuto lamentare, il proprio drastico stop ai servizi più svariati: dal taglio di servizi essenziali e sociali, al ridimensionamento dei lavori pubblici come la manutenzione delle strade, l’acquisto di scuola bus, il pagamento degli straordinari e chi più ne ha più ne metta. Lo stesso Sindaco Mastacchi, ha  parlato di programmato utilizzo dell’’illuminazione pubblica, con sospensioni durante la notte per risparmiare sulla bolletta. La brevità del collegamento con lo studio di Roma, ha certamente deluso i sindaci presenti, anche se, a riflettori spenti, il sindaco Mastacchi, si è detto ancora più arrabbiato dalla risposta data dalla Vicepresidente della Regione Emilia Romagna, che ha negato i tagli legati alla “Legge di Stabilità”, riposta che ha lasciato l’amaro in bocca ai presenti. Lo stesso Sindaco di Monzuno, ha invitato i colleghi a non mollare nelle rimostranze; anzi, li ha invitati a trovarsi tutti, Martedì 15 Marzo, alle ore11, a Roma, momento previsto del suo arrivo a Palazzo Chigi, al termine della marcia di 400 chilometri, intrapresa per consegnare al premier Matteo Renzi, le proteste  ricevute lungo il cammino. Ed ancora, l’invito, la settimana prossima, ad una manifestazione dei sindaci, che si terrà a Volterra sul “no” all’accorpamento fra i Comuni.

Una breve ripresa di Amiatanews:

Lascia un commento