Piancastagnaio. Il valore della donazione, nella proposta di “Crescere con logica” della Contrada Castello

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 03/05/2016
Si è rinnovato il connubio tra la Contrada di Piancastagnaio e la Nobile Contrada dell’Oca
L’importanza sociale del Gruppo Donatori di Sangue delle due Contrade.
L’emozionante ricordo per Giovanni Mazzoni

Era l’undici aprile di un anno fa, quando, grazie alla iniziativa del giovane Priore dell’Imperiale Contrada di Castello, Claudio Renai, assieme ai suoi valenti Dirigenti, furono poste le basi per una iniziativa di confronto e reciproca collaborazione, con la Nobile contrada dell’ Oca. A presiedere la delegazione della contrada Senese, venne il Governatore Fulvio Bruni, e, lo scambio di esperienze comuni, fu molto interessante e proficuo.
Quest’anno, l’iniziativa si è ripetuta, sabato scorso, 30 Aprile; le due Contrade, si sono confrontate sui principi della solidarietà, con particolare riferimento al tema della donazione del sangue.
La delegazione della Nobile Contrada dell’Oca, era composta dal nuovo governatore Francesco Cillerai e altri componenti la Sedia Direttiva o responsabili: i due pro vicari Stefano Mattii e Massimo Lelli (già presente anno) e il Presidente dei “Donatori di sangue e di midollo osseo”. A Piancastagnaio anche la presenza significativa del Dottor Paolo Almi (Direttore Reparto Malattie Infettive ed Epatologia delle Scotte di Siena e Responsabile Fratres Provincia di Siena, e dal Presidente del gruppo Fratres di Piancastagnaio, Giovanni Laterza.

Foto G. Forti – Piancastagnaio

Un incontro significativo, appunto, in cui la Contrada di Castello, ha illustrato le varie iniziative, che partono da un maggiore coinvolgimento, specie da parte dei giovani
Lo scopo dell’incontro, come già detto, era quello di parlare di solidarietà e in questo caso di donazione. Così, la Contrada di Piancastagnaio, ha potuto dare, in tal senso, i primi risultati, di quella che è stata la proposta dello scorso anno. Infatti, proprio in Castello, è nato il primo gruppo di donatori di sangue, che, con spirito collaborativo e contributivo, fanno riferimento al Gruppo Fratres locale: già una ventina  di giovani contradaioli, sono divenuti donatori e già fanno donazioni periodiche. Nell’occasione, è stato ufficialmente presentato il logo del Gruppo Donatori di sangue della Contrada, un esempio a testimonianza dell’impegno verso il ruolo sociale e mutualistico affianco alla passione per il palio. Nel corso di questo secondo appuntamento con “Crescere con logica”, la contrada di Castello ha voluto ricordare , Giovanni Mazzoni, contradaiolo dell’Oca, scomparso in circostanze tragiche, nel settembre dello scorso anno, mentre era in vacanza a Follonica. Giovanni era un amico del Priore Renai e, da questo rapporto , i due, si erano impegnati personalmente nell’organizzare quello che sarà un appuntamento periodico tra le due Contrade su temi dalla profonda importanza sociale. Proprio per questo, la Contrada di Castello, ha voluto donare una targa ricordo alla moglie e alla figlia di Giovanni, ricordato con sentite parole dalla commozione dell’amico Massimo Lelli.

Foto G. Forti - Piancastagnaio
Foto G. Forti – Piancastagnaio

Un appuntamento, che le due Contrade iniziano a considerare periodico, annuale, per affrontare, con scambio di esperienze e opinioni su tematiche sociali, la base delle proprie attività e gli scopi delle proprie comunità, pur inserendosi in realtà più grandi come città o piccoli centri.

Foto G. Forti - Piancastagnaio
Foto G. Forti – Piancastagnaio

 

 

Lascia un commento