Redazione. “Opere e giorni del Signore”: Battesimo di Gesú – Prima Domenica (A)

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Amiata 08/01/2017
“Opere e giorni del Signore”: Battesimo di Gesú – Prima Domenica (A)

«…Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento» (Mt 3, 13-17)

In quel tempo, 13Gesù dalla Galilea venne al Giordano da Giovanni, per farsi battezzare da lui. 14Giovanni però voleva impedirglielo, dicendo: «Sono io che ho bisogno di essere battezzato da te, e tu vieni da me?». 15Ma Gesù gli rispose: «Lascia fare per ora, perché conviene che adempiamo ogni giustizia». Allora egli lo lasciò fare. 16Appena battezzato, Gesù uscì dall’acqua: ed ecco, si aprirono per lui i cieli ed egli vide lo Spirito di Dio discendere come una colomba e venire sopra di lui. 17Ed ecco una voce dal cielo che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento».


Con la festa del Battesimo di Gesú, inizia il tempo ordinario che avevamo interrotto per dare spazio al sacro periodo dell’Avvento in preparazione alla Solennita’ del Natale. Il ciclo della Liturgia è un tempo che va di pari passo con le nostre stagioni e la vita terrena dove, anche la narrazzione evangelica, sembra ai nostri occhi distanziarsi da un normale e cronologico susseguirsi di avvenimenti e fatti.

Proprio due giorni fa, celebrazione dell’Epifania, o “manifestazione del Signore alle genti”, avevamo ancora davanti ai nostri occhi la scena della nativita’, con i Santi Magi e i loro preziosi e significativi doni al nato re del mondo. Oggi, vediamo il Cristo che inizia la sua missione, attraverso il segno che poi diventera’ il passaggio dei Cristiani all’adesione alla vita di Grazia: il Battesimo.
Ritroviamo Giovanni, che ci ha accompagnato durante l’Avvento, compiere quel gesto con l’acqua del Giordano, lui, che riconosce per primo l’Agnello di Dio.
Il Battesimo, ci incorpora nella vita divina di Cristo; siamo Cristiani, non per nome, ma per volontà divina, chiamati ad essere “sepolti” nelle acque sacramentali, per risorgere attraverso la sua stessa Risurrezione.
In questa domenica, che conclude le celebrazioni natalizie, nelle Sante Messe domenicali, si farà speciale ricordo di tutti i bambini che sono stati battezzati durante l’anno appena finito; sopratutto, si fara’ ricordo del nostro Battesimo, che ci ha dato un’altra vita, dopo quella umana: la vita dello Spirito.
Sarebbe bello, che ogni bambino e bambina che nasce, potesse festeggiare, oltre alla data del proprio compleanno, anche quella del proprio battesimo, inizio di vita nuova.


Preghiera
Sotto Ti ringraziamo Signore per il dono del Battesimo. Conservaci sempre nel cuore quello spirito semplice, innocente e divino, che ci hai donato checon la tua grazia. Amen

Lascia un commento