Piancastagnaio. Voltaia vince e porta in Via XX Settembre un Palio corso alla perfezione da “Carburo” e Jake

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 18/08/2016
Una corsa bellissima, vinta da Giosuè Carburo sull’invincibile purosangue di Walter Pusceddu.
La gioia del Capitano Alessandro Conti, al suo terzo Palio su quattro da Capitano

La Contrada di Voltaia, con un grande Giosuè Carboni sull’invincibile purosangue Kake di Walter Pusceddu, vince il Palio della Madonna di San Pietro, in una corsa bellissima, che ha ricordato ai più anziani contradaioli, gli anni del Palio Pianese, quando proprio, Voltaia con Silvano Vigni – “Bastiano”, si cimentava in epiche sfide con la Contrada di Castello, dove il mitico Andrea de Gortes, Aceto, oggi a Piancastagnaio, non è mai riuscito a vincere.
Carboni ha vinto una corsa tirata, giocata da parte sua sull’atesa, che ha visto uscire veloce e condurre per circa quattro giri la Contrada di Castello con il buon Giuseppe Zedde, Gingillo, sullo scattante cavallo Cra Cra.
Voltaia, vincitrice con il potente cavallo Jake, mentre Borgo, con Francesco Caria detto Tremendo, sul cavallo Giovanni, si accoda al terzo posto, dopo la fuoriuscita del Coro, con Andrea Mari, Brio, sul cavallo Tiger.
Il mossiere astigiano, Antonio Gagliardi, ha chiamato le Contrade al canape, con il seguente ordine di busta: Voltaia, Coro, Castello e Borgo. Mossa subito chiara, vista la vicinanza delle rivali (Voltaia-Coro e Castello-Borgo) che hanno evidenziato subito gli intenti dei quattro fantini.
La mossa decisiva, la quarta, ha  visto subito in testa Castello con Gingillo, che conduceva con decisione e furbizia,  tallonato da Voltaia con Carboni. Circa quattro giri in testa, poi, la potenza del cavallo di Jake è esplosa (come previsto) e non ce n’è stato più per nessuno. Voltaia ha guadagnato subito terreno, distanziando Castello e Borgo che tornava con un ottimo spunto, mentre il Coro era ormai distanziato. Tutti si son dovuti arrendere alla forza dell’accoppiata Carburi-Jake e alle strategia del Capitano Alessandro Conti, che porta il suo terzo palio in Via XX Settembre in cinque anni, vincendo come Capitano tre Palii su quattro da Capitano (2012, 2014 e 2016) grazie, stavolta, alla forza del suo fantino sardo che, in segno di gioia, ha alzato il nerbo in alto mentre i contradaioli  bianco neri, invadevano il campo all’assalto del bellissimo Palio di Cecilia Rigacci.18

Il video della corsa (si ringrazia il Magistrato delle Contrade di Piancastagnaio per averci permesso le riprese e le immagini che è possibile visitare anche sulla nostra pagina Facebook “Palio di Piancastagnaio” —-> )

Lascia un commento