Piancastagnaio. Si alza il “Maggio”: è la Festa del Lavoro e dei Lavoratori

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 29/04/2016
Il grande abete verrà issato nel capoluogo ed al Saragiolo, nel giorno detto anche della “dolce pasqua dei lavoratori”.
L’albero simbolo di speranza, fecondità, libertà e segno di giustizia ed equità sociale.

La festa del °1 maggio, consacrata in tutti i suoi aspetti, alla celebrazione del lavoro, torna a Piancastagnaio con il tradizionale innalzamento del Maggio, un altissimo abete, che un gruppo di volontari, dopo averlo scelto tra quelli del fitto bosco del  Pigelleto, la riserva naturale  di Piancastagnaio, collocano, quasi in  un rito laico, nella Piazza del paese, come simbolo di speranza, fecondità, buoni auspici, canto di benvenuto alla bella stagione, dopo i rigori dell’inverno  amiatino.
Le origini di questa festa , tutta pianese, sono  da ricercarsi, in antiche competizioni tra  la  popolazione dei Terzieri in cui era diviso il paese, che, nella notte del 30 aprile, aprivano il dolce mese delle rose, appunto, cantando e danzando intorno all’albero riccamente adornato.
L’albero, nel corso dei secoli, è divenuto simbolo  di libertà, contro tutte le tirannie e e le schiavitù, che hanno oppresso popoli di ogni nazione. Ed è appunto divenuto, il simbolo del riscatto sociale e del progresso umano. Il primo maggio, infatti, viene detto anche la “dolce pasqua dei lavoratori”, un passaggio, una risurrezione, come segno di giustizia ed equità sociale.
A Piancastagnaio, la festa del Primo  Maggio, si svolge in due  momenti particolari, con l’innalzamento di due alberi: uno in paese e  l’altro nella frazione di Saragiolo. Anche quest’anno, non sarò dimenticata questa solennità civile, con interessanti momenti celebrativi, feste, e ricordi. Ricordiamo il programma proposto che inizierà domani sera, sabato 30 aprile, alle ore 16, proprio  nella frazione di Saragiolo, dove sara’ collocato presso la zona dei lavatoi (recentemente restaurati), il grande albero verde a cui farà seguito la tradizionale  sbicchierata augurale. Nel capoluogo, il “Maggio”, sara’ innalzato alle ore 18 nella zona adiacente il monumento dedicato ai Caduti del Lavoro (monumento dell’Anmil) in Via Buozzi. Alla mezzanotte, al Saragiolo, verrà cantato il tradizionale “Canto de Maggio”, mentre proseguirà il momento di  festa comune.
A Piancastagnaio Domenica 1° maggio,  nella mattinata, verrà deposta una corona di fiori, presso il monumento dei lavoratori, mentre alle 17, in zona  Collemaggio, un’allegra merenda nel segno della festa e dello stare insieme, ma anche tra riflessioni sulle prospettive future del lavoro.

Buon 1° Maggio da Amiatanews

(Riportiamo l’immagine di un acquarello ripresa dalla pagina Fecbook “Primo Maggio”, dove è rappresentato il momento dell’innalzamento dell’albero del Maggio, nella Piazza Belevedere – il Parapetto – di Piancastagnaio)

Piancastagnaio_Disegno_Primo_Maggio

Lascia un commento