Piancastagnaio. Il valzer delle monte, sembra regalare un Palio di qualità

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 07/08/2016
Si entra nella settimana decisiva per la scelta di cavalli e fantini

Restando sul piano delle monte, a tutt’oggi, ma solo il 18 Agosto mattina potremo sciogliere l’enigma, la corsa del Palio della Madonna di San Pietro, potrebbe rivelarsi molto combattuta, con sorprese che potranno venire anche con il modificato percorso della pista, che quest’anno ci dovrebbe riportare negli anni ’80. Per inciso, ricordiamo, che si correrà la 40^ edizione, da quando, nel 1979, il Palio fu ripreso dopo anni di fermo e uno, quello dipinto dal Castiglionese Paolo Scheggi nel 1992, è ancora appeso nella sala Consiliare di Piancastagnaio, muto testimone di un evento, definito da molti contradaioli del tempo, come il “Palio maledetto”, non corso per l’infortunio a due cavalli nelle fasi della mossa e le successive difficoltà di ordine pubblico. Lo Scheggi mise la centro l’immagine della Vergine che ricordava la quattrocentesca iconografia senese della Misericordia, il cui manto proteggeva le quattro Contrade pianesi con due putti dispettosi, a tirare il lembo della Vergine. Chissà, forse proprio quest’anno Giubilare della Misericordia, si sarebbe potuto assegnare con un Palio straordinario o a sorpresa, per celebrare i tanti avvenimenti di questo 2016.
Beh, vogliate scusare questo inciso storico, doveroso, che vogliamo ricordare in questi giorni in preparazione alla corsa pianese. Con il 20 Luglio scorso, infatti, le contrade di Castello, Borgo, Coro, Voltaia, come da regolamento, hanno avuto disponibilità della pista, per poter effettuare le prove, così da poter sciogliere e decidere, il cavallo da far correre e presentare la sera del prossimo 17 agosto, durante la provaccia, quando ogni cambio non potrà’ più essere fatto.
La prima contrada che ha effettuato la prova, con conseguente assaggio del terreno e percorso modificato, è stata Venerdì u.s., quella di Borgo che, a nostro avviso, nonostante la vicenda della squalifica del proprio fantino Walter Pusceddu, vincitore del Palio 2015, sembra non voler rinunciare ad una  rinnovata competitività presentando Francesco Caria, che rientra nel giro del Palio Pianese, dopo il clamoroso forfait dello scorso anno in Castello. Nonostante l’assenza di Pusceddu, il suo rapporto con la Contrada della Pinetina, sembra molto solido, a testimonianza del ricordo positivo legato alla vittoria di un anno fa.
Giove Pluvio e il relativo vento di maestrale, hanno impedito la prova del Coro di ieri con Andrea Mari, ufficializzato nella cena di Sabato 30 luglio L’intreccio dei casi, o delle convenienze, riporta Mari a Piancastagnaio, dopo l’esperienza vittoriosa in Castello nel 2007, con la cavalla La Nera. Andrea mari, in una nostra intervista, si sente orgoglioso di tornare a Piancastagnaio, aprendo una nuova fase dopo gli anni di Giuseppe Zedde, per anni fantino ufficiale del Coro. La Contrada dello Stretto ha ufficializzato la nuova prova, per Mercoledì 10 Agosto, con ogni probabilità alle 19,  dopo la presentazione ufficiale del Palio. In Castello, sembra ormai certa la sua prova domani mattina, Lunedì 8 Agosto, andrà proprio Giuseppe Zedde, un destino paliesco inaspettato da molti, ma dato quasi per certo da alcuni mesi dagli addetti ai lavori.
Giuseppe Zedde, lo abbiamo visto fin dal suo esordio Pianese con il fratello Virginio, quasi sempre indossare la casacca rosso-nera del Coro (Virginio ha corso anche in Voltaia), se vogliamo rinnovando una tradizione vittoriosa, che ha visto in passato la Contrada stringere felici rapporti con Mario Vigni (Castorino) e  Mario Canu (Clemente), tanto per citare quelli più noti.
Per finire Voltaia che, nonostante l’assenza del fantino Mulas, attraverso le parole del suo capitano Alessandro Conti, due  vittorie le sue in quattro anni di mandato, “vuole esserci puntando alla vittoria” con  Giosuè Carboni, che potrebbe nuovamente in Voltaia, proprio nel suo

Un lotto  interessante, come si vede, che potrebbe veramente regalare a Contradaioli e appassionati un bel Palio, con tanta determinazione da parte delle Contrade, tutte con la voglia di giocarsi il tutto per tutto

Lascia un commento