Piancastagnaio. Festeggiata S. Cecilia: i 20 anni di Nazzareno ed i 91 di Modesto.

Amiatanews (G. Serafini)): Piancastagnaio 25/11/2015
Domenica passata tra semplici ma significativi festeggiamenti.
Presenti anche i musici della Filarmonica Puccini di Abbadia San Salvatore.

Finché c’è voglia di suonare, tutto passa  in second’ordine, anche i problemi “seri” ed anche il tempo e l’età che nazzareno_gessaniscorre, divenendo meno pesanti. Una filosofia di vita, che si adatta perfettamente a Modesto Magini, classe 1924, decano della filarmonica Egisto Cavallucci di Piancastagnaio.
Domenica scorsa, il sodalizio Pianese, che si sta avvicinando ai 150 anni di fondazione, ha festeggiato come, ogni anno, la Santa Patrona Cecilia. La celebrazione di quest’anno, è stata ulteriormente  valorizzata, dal ventesimo anniversario di presidenza di Nazzareno Gessani, anima della banda Pianese, commosso nel suo intervento nel ricordo dei musici che non ci sono più.

Tra i musicanti, c’era anche lui, il “mitico” Modesto, col suo il suo bombardino, a dare man forte all’intera banda, simbolo della Filarmonica Egisto Cavallucci.
Abbiamo scambiato con lui ed i suoi splendidi 91 anni, qualche domanda.

GS “Signor Modesto, da quanti anni suona nella banda?..”
MM “Suono ormai ininterrottamente da oltre 40 anni”

GS “A 91 anni, ha ancora energia per suonare?
MM ”Certo!.. La musica mi da coraggio e forza di vivere.”

GS “Dove ha lavorato Modesto nella sua vita?”
MM “Spesso in campagna, poi il manovale nel settore edile.”

GS “A quante feste di Santa Cecilia ha partecipato con la banda?”
MM ”Mah… non me le ricordo, a dire il vero. Ma sono decine, molte decine!

GS “Ancora oggi partecipa, nonostante la bella età, a tutte le prove settimanali?”
MM “Certamente si! … non ne lascio una neanche d’inverno…”

GS “Quali sono gli strumenti che suona ?”
MM ”Ho sempre suonato il bombardino, il trombone, la grancassa .ed i piatti.”

GS “E’ contento di essere il decano dei suonatori dell’Amiata ?”
MM “Certamente sono il più … vecchio, perlomeno tra i comuni di Piancastagnaio, Abbadia San Salvatore ed Arcidosso”

Modesto Magini con Giuseppe Serafini durante l'intervista
Modesto Magini con Giuseppe Serafini durante l’intervista

Lascia un commento