Piancastagnaio. Nasce "Amministrazione Partecipata", per coinvolgere i cittadini alla "Cosa pubblica"

Un esempio concreto di partecipazione democratica, basato sulle idee condivise nella libertà di pensiero Già costituiti alcuni gruppi di lavoro su specifiche tematiche inerenti il territorio. Iniziativa importante, quella ufficializzata dall’Amministrazione Comunale di Piancastagnaio, attraverso un comunicato stampa. Si tratta del progetto “Amministrazione Partecipata”, ovvero la costituzione di gruppi di cittadini, coordinati dalla stessa Amministrazione, per proporre e realizzare idee e progetti di interesse collettivo. Una partecipazione diretta e democratica alla “cosa pubblica”, una maniera di coinvolgere i cittadini e coloro che vorranno far parte del progetto, che servirà anche a far capire gli aspetti dell’attività amministrativa e le procedure necessarie per la realizzazione di un’idea di pubblico interesse e valore. I cittadini, dunque, al centro della proposta del Sindaco Vagaggini e della sua Amministrazione, che, per altro, ne aveva fatta menzione negli ultimi Consigli Comunali, quando, prendendo spunto da alcune riflessioni sullo stato Palazzo del Bourbon del Monte, parlò di un laboratorio di idee e di partecipazione collettiva nel proporre soluzioni ad una decennale situazione di degrado; una testimonianza degli impegni che lo stesso Sindaco, aveva anticipato durante l’intervento pubblico di fine dicembre, quando dettò l’agenda delle cose da fare, anche con la collaborazione diretta da parte dei cittadini. Riportiamo il comunicato stampa, con cui l’Amministrazione Comunale, ha resa nota l’iniziativa

Nasce e si concretizza oggi, finalmente, il progetto dell’Amministrazione comunale volto al coinvolgimento diretto e continuativo dei cittadini alla gestione della Cosa pubblica. Il suo nome, appunto, sarà quello di “Amministrazione Partecipata” e troverà un apposito spazio anche sul sito del Comune. Il progetto, che con le prime significative adesioni ha già potuto delinearsi in un’iniziale e provvisoria organizzazione di massima, ha nelle intenzioni dell’Amministrazione l’obbiettivo di favorire, per quanto più possibile, l’esercizio effettivo da parte della popolazione di quell’insieme di diritti e doveri che ben si racchiude nel concetto stesso di CITTADINANZA. L’idea prevede la costituzione di Gruppi di lavoro su specifiche tematiche inerenti al nostro territorio ove ogni cittadino, assecondando semplicemente i propri desideri, magari le proprie attitudini o addirittura le proprie professionalità, abbia modo di contribuire alla miglior definizione di idee e proposte che, in un rapporto paritario con l’Amministrazione, possano trovare poi la loro concreta realizzazione. Dal piano strutturale alle attività produttive, dal palazzo del marchese alla geotermia, dal disagio all’integrazione, dalla cultura alla cittadella sportiva o al turismo, le intelligenze e le intuizioni di tutti – specie se provenienti dai nostri giovani – determineranno certamente un risveglio ed un avanzamento qualitativo del nostro paese. E’ ragionevole pensare che non tutto possa essere realizzato, ma quanto di meglio eventualmente prodotto da questo straordinario laboratorio collettivo rimarrebbe, in ogni caso, una dote preziosa per qualunque altra futura Amministrazione. Buon lavoro a tutti noi. L’Amministrazione Comunale
Dunque un chiaro messaggio ed altrettanto impegno, confortato, in queste ultime settimane, dalla costituzione di diversi “gruppi di lavoro” che, attraverso un’attività basata sul volontariato ed una partecipazione libera da condizionamenti o prerogative politiche, hanno già iniziato i primi incontri delineando le prime linee guida dei relativi progetti. Questi i gruppi già costituiti: “Geotermia”, “Palazzo del Marchese”, “Solidarietà – Socialità – Integrazione”, “Attività Produttive”, “Urbanistica – Piano Strutturale”, “Cultura – Turismo – Attività ricreative”, “Attenzione allo spreco – Rifiuti – Ambiente”. Altre idee sono già sul tavolo e saranno presto motivo di creazione di altri gruppi di “Amministrazione Partecipata”, un progetto in continuo movimento, dove i cittadini potranno realizzare anche piccoli sogni e ambizioni personali, attraverso il confronto e la proposta condivisa.]]>

Lascia un commento