Diritti e Doveri: obblighi sulla carta di circolazione dei veicoli

Obbligo di annotare sulla carta di circolazione del veicolo l’effettivo utilizzatore. (immagine di copertina ripresa da www.laleggepertutti.it) Pubblichiamo l’approfondimenti dell’Avv. Valeria Tosti di Piancastagnaio, sulla nuova normativa relativa ai nuovi obblighi di annotazione dell’utilizzatore sulla carta di circolazione. Un tema molto dibattuto, su cui vogliamo fare chiarezza. Chi non ha mai utilizzato un’auto di proprietà di terzi? Credo tutti! Dunque, è bene sapere che dal 3 Novembre u.s. l’utilizzo abituale ( ovvero per un periodo eccedente i 30 giorni) di un’auto intestata ad altri se non annotato sulla carta di circolazione comporterà per l’incauto utilizzatore una sanzione “salata” che va da € 705 ad € 3.526 e ciò in virtù dell’ art. 94 co. 3 e 4-bis del Codice della Strada. L’obiettivo del legislatore sarebbe quello di individuare più facilmente i responsabili delle infrazioni e scoprire le intestazioni fittizie. Nel rinviare per eventuali ed ulteriori approfondimenti alla circolare del Ministero della Infrastrutture e dei trasporti n. 15513 del 10 luglio 2014 (reperibile sul sito http://www.mit.gov.it/mit/mop_all.php?p_id=19250) se ne delinea sommariamente l’ambito di applicazione. Si evidenzia anzitutto che le nuove disposizioni non hanno efficacia retroattiva quindi, troveranno applicazioni solo per le situazioni di possesso maturate dopo il 3 Novembre scorso e non anche  per gli atti sorti anteriormente;  perciò,  chi già aveva a disposizione un’auto non di proprietà prima del 3 novembre u.s. non è interessato. La nuova disciplina non si applica

  •  fra familiari conviventi anche se l’utilizzo eccede i 30 giorni. Il familiare non convivente ( es. figlio che vive da solo) dovrà invece effettuare l’annotazione.
  • Ai soggetti che effettuano attività di autotrasporto sulla base di: – iscrizione al REN (registro elettronico nazionale) o all’albo degli autotrasportatori; – licenza per il trasporto di cose in conto proprio; – autorizzazione per il trasporto di persone mediante autobus in uso proprio o mediante autovetture in uso di terzi ( es. Taxi).
La nuova disciplina si applica
  • a tutti gli autoveicoli, i motoveicoli e i rimorchi inclusi quelli di massa complessiva inferiore a 3,5 tonnellate) nelle seguenti ipotesi:
    • variazione della denominazione dell’ente intestatario ( es. trasformazione o fusione societaria purché non si costituisca un nuovo soggetto giuridico) o delle generalità della persona fisica intestataria ( es. variazione della numerazione civica di residenza);
    • temporanea disponibilità per un periodo superiore a 30 giorni di un veicolo intestato ad un terzo, a titolo di comodato, in forza di un provvedimento di affidamento in custodia giudiziale o di un contratto di locazione senza conducente (noleggio);
    • in caso di intestazione a soggetti guridicamente incapaci ( es. minori o interedetti);
    • utilizzo di veicolo intestato al de cuis;
    • utilizzo di veicoli con contratto “ rent to buy ipotesi contrattuale che ricorre qualora il potenziale acquirente acquista l’immediata disponibilità del veicolo dietro pagamento di un canone periodico, con possibilità di acquisto della proprietà del bene alla scadenza pattuita dietro pagamento del saldo del prezzo, il quale tiene conto degli anticipi versati attraverso i canoni corrisposti;
    • Utilizzo di veicoli facenti parte di un “trust” rapporto giuridico scaturente da un contratto o da un testamento con il quale un soggetto disponente o “ settlor” trasferisce ad un altro soggetto “trustee” beni o diritti con l’obbligo di amministrarli nell’interesse del disponente stesso o di un terzo (beneficiario) o per il perseguimento di uno scopo determinato.
  Per adempiere l’obbligo occorre effettuare una comunicazione alla Motorizzazione  (DTT), direttamente o tramite un’agenzia di pratiche auto, entro 30 giorni da quando ha avuto inizio il possesso, utilizzando la modulistica fornita dall’ufficio stesso ed allegando le ricevute di pagamento pari ad € 16 a titolo di imposta di bollo da versare sul conto corrente postale 4028  ed € 9 a titolo di diritti di Motorizzazione  da versare sul conto 9001. Per ulteriori approfondimenti: Avv. Valeria Tosti Via Aceri 76/B – 53025 Piancastagnaio (SI) Tel. e fax 0577-787407]]>

Lascia un commento