Amiata. “Opere e giorni del Signore”: Seconda Domenica dopo il Natale

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 04/01/2015
Opere e giorni del Signore: Seconda Domenica dopo il Natale.

Meditazioni per l’Anno Liturgico Ciclo B – Testi biblici “Nuovo Messale Festivo” – Edizioni Paoline

“In principio era il verbo…il verbo era presso Dio…ed era Dio …” Gv 1,11-18

Come  nel giorno di Natale, il vangelo di questa domenica ci ripropone quello splendido brano di Giovanni, detto il “Prologo”. In esso troviamo tutto il compendio della avventura Cristiana.
Il Verbo, “Logos”, secondo l’accezione greca, èc olui che fin dalla creazione del mondo guida i passi dell’uomo, perché pensiero di Dio. A Natale, il pensiero di Dio, prende forma, si fa uomo, accetta la nostra condizione. Come dice Giovanni, lui, il Cristo, venne nel mondo, e non fu accolto, proprio dai suoi.
Anche oggi, il rischio piu’ grande, è quello di non riconoscerlo, e di non accoglierlo proprio nelle persone, anche quelle piu’ care, che ci stanno accanto.
Oggi, ripensando al Natale, appena trascorso,vogliamo riflettere sulla nostra appartenenza a Dio, poiché, solo coloro che sanno riconoscerlo negli altri possono essere chiamati figli di Dio.

Preghiera
“Verbo del Padre, pensiero di Dio fatto carne, disceso sulla terra, non accolto dai suoi, luce vera, guida del mondo, fa’ che ti accogliamo nella nudità della carne, per poter essere figli.” Amen

(In copertina foto del Presepe di Guerrini Rossano – Piancastagnaio – Natale 2014)

 

Lascia un commento