Amiata. “Opere e giorni del Signore”: la solennitá dell’Epifania

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 06/01/2015
Opere e giorni del Signore: la solennitá dell’Epifania.

Meditazioni per l’Anno Liturgico Ciclo B – Testi biblici “Nuovo Messale Festivo” – Edizioni Paoline

“…Videro la madre e il bambino adagiato nella mangiatoia…lo adorarono poi offrirono i loro doni..oro incenso e mirra.” Mt 2, 1-12

La solennita’ dell’Epifania, manifestazione del Signore, ci invita a guardare lontano, la stella della nostra vita. Seguire l’astro per non perdere la via.

Nei tre doni, oro, incenso e mirra, sono prefigurate le tre prerogative della vita del Dio fatto carne. L’oro della regalita’, l’incenso della lode, la mirra del dolore.

L’uomo, e’chiamato a vivere la regalita’ del creato su cui e’ stato posto, e’chiamato a vivere la propria santita’ facendo della sua vita una lode a Dio, non si sottrae al dolore umano, cercando di dare un senso ed una ragione. A immagine del Cristo,e’ chiamato ad una missione regale, sacerdotale, profetica.I santi Magi, ci insegnano a cercare, senza chiedere.

Oggi,il segno particolare, è una stella, a cui vogliamo continuamente volgere lo sguardo per arrivare alla meta della verita’ che solo puo salvare.

Preghiera
“Stella che sorgi da Betlemme,indicaci la rotta della.nostra patria finale,illumina i nostri giorni cosi’ vuoti e bui, facci comprendere,la semplicita’ dell’accoglienza, tu che attraverso il segno dei Santi Magi,hai aperto la conoscenza di Dio a tutte le genti”. Amen

(in copertina “Adorazione dei Magi” – Sandro Botticelli – Galleria degli Uffizi – Firenze)

Lascia un commento