Abbadia San Salvatore. Sfonda coi pugni una vetrina e scappa con la mano ferita

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Piancastagnaio 20/10/2016
L’episodio ieri notte nel piccolo centro commerciale in Via Galliano.

Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. In questo caso, l’ignoto ladro, che nella notte scorsa notte, ha sfondato, con due pugni bene assestati la vetrina della porta esterna posteriore di un noto negozio di Abbadia San Salvatore, cercando così di penetrare all’interno, procurandosi però una brutta ferita, visto il copioso sangue rimasto nel foro procurato dai pugni, e quello perso in terra durante la fuga fino alla centrale via Gorizia.

Il fatto, è avvenuto in Via Galliano, ai danni del negozio Pierrot, di Danella Fabbrini, che da anni vende oggetti particolari per la casa e bomboniere particolari. La donna, come ogni mattina, si è recata al lavoro; prima di aprire il negozio, verso le ore 9,30, come sua abitudine, è entrata nel vicino bar, per fare colazione. Un’amica, accortasi di quanto accaduto, l’ha avvisata, ed ella, costatato quanto accaduto, si è rivolta subito ad un militare dell’arma, anch’egli in quel momento all’interno del locale pubblico. I Carabinieri della locale tenenza, intervenuti, hanno subito avviato le prime indagini e fatto i rilievi di rito. Secondo una prima ricostruzione, il fatto sarebbe avvenuto nelle prime ore della notte. Un lavoro portato avanti, anche con coincidenza del turno di chiusura del bar, il mercoledì appunto. La vetrina sfondata, si trova nel lungo corridoio seminterrato, con le scale che portano agli appartamenti sopraelevati e all’agenzia della banca, lungo la via Gorizia, chiamata da tutti “la variante”.
Tante le ipotesi al vaglio degli inquirenti, tra cui, anche il possibile gesto inconsulto di un balordo

Lascia un commento