Abbadia San Salvatore. L’Alfiere del Lavoro Giulio Ballerini, eccellenza per tutta la scuola amiatina

Amiatanews (Giuseppe Serafini): Abbadia S. Salvatore 19/11/2016
In un incontro presso l’Istituto Avogadro, il racconto delle emozioni del giovane studente amiatino nel ricevere uno dei riconoscimenti più ambiti per i giovani diplomati direttamente dalle mani del Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella.

Lo abbiamo incontrato nella piccola sala insegnanti del Liceo Tecnologico Amedeo Avogadro di Abbadia San Salvatore; insieme a lui, la mamma Ombretta Sabatini ed il professor Cristiano Palla, insegnante di lettere e vicario del preside nello stesso Istituto.
Giulio Ballerini, 19 anni, di Abbadia San Salvatore, dallo scorso 14 novembre è “Alfiere del lavoro”, titolo meritato per la sua brillante carriera scolastica, che sta proseguendo ormai a Pisa, presso l’Universitá Statale, dove ha iniziato gli studi di fisica. A lui, come esempio dei tanti bravi studenti amiatini, avevamo voluto dedicare la foto di copertina nel giorno della premiazione.

L’importante riconoscimento, ricevuto dalle mani del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, assieme al Ministro per lo Sviluppo Economico Carlo Calenda e al Presidente della Federazione Italiana Cavalieri del Lavoro, Antonio D’Amato, Giulio lo ha ottenuto assieme ad altri 25 giovani studenti, dietro una rigida selezione, attraverso le indicazioni di una commissione e la segnalazione dei docenti dell’IIS di Abbadia San Salvatore. Il massimo punteggio di 100/100esimi, più la lode, hanno aperto a Giulio, la strada verso il riconoscimento, risultando, tra l’altro, uno dei 5 premiati con lode sui 25 presenti.

giulio_balleri_premiazione_alfieri_lavoro_2016

Passata la grande emozione per la cerimonia della consegna del riconoscimento nella fastosa Sala delle Feste al Quirinale, Giulio ritrova la sua naturale simpatia e la sua educata timidezza, quando parla della sua vita di sempre, delle cose che ama, l’amore per la sua famiglia, i genitori Giorgio, Ombretta e la sorella Alba, anch’ella determinata studente universitaria a Pisa.
Durante l’incontro, Giulio ha raccontato del suo impegno costante nello studio, ma, anche, di aver unito ad esso le sue tante passioni, come lo sport, la recitazione, la conoscenza delle lingue straniere (parla perfettamente l’inglese), il teatro, i viaggi e il lavoro all’estero. Egli sogna un grande avvenire, tra cui un dottorato all’estero, viste le difficoltà che da anni non permettono di esprimersi professionalmente in Italia di esprimersi, anche il perdurare del periodo di crisi economica e finanziaria.
Giulio ci racconta volentieri della bella ed emozionante esperienza vissuta a Roma, tre giorni con visite importanti e tante manifestazioni di affetto e riconoscenza, non riuscendo ancora a capacitarsi su quanto avvenuto e, sopratutto, della sua sorpresa e felicità, per le centinaia di auguri e complimenti ricevuti, anche attraverso i social network.

giulio_ballerini_02_scheda_alfieri_lavoro_2016

“Sinceramente non me lo aspettavo, non pensavo davvero potesse accadermi – ci racconta Giulio quando ha saputo di essere tra i premiati al Quirinale – Una mattina di fine settembre, ho ricevuto una  lettera in cui  mi si comunicava di essere stato tra i 25 studenti nominati Alfieri del  Lavoro. Nello stesso pomeriggio, sono stato contattato per un’intervista sulla cerimonia di premiazione.  Dei giorni trascorsi a Roma e, in particolare dei momenti del Premio “Alfieri del Lavoro”,  conserverò per sempre il sorriso e l’affetto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella,il quale, durante l’aperitivo ufficiale, ha salutato tutti noi studenti premiati. Egli, durante la consegna del premio, mi ha chiesto se avessi proseguito gli studi e gli ho risposto di aver già iniziato il corso di Fisica a Pisa; il Presidente mi ha ha guardato negli occhi e mi ha detto:  <<Bravo, anche a me piace tanto la fisica.>> Per me un’emozione e sprono ancora maggiore per la scelta universitaria.”

Il professor Cristiano Palla, che ha seguito in questi anni come insegnante di lettere, l’iter scolastico di Giulio interviene: “Giulio ha sempre studiato con intelligenza e maturità; ha saputo gestire bene i tempi da dedicare allo studio piu’ prettamente scolastico e quello da dedicare alle altre attivita’ proposte dalla offerta formativa della scuola.”

Già, la  scuola e tutto il corpo insegnante, che i genitori di Giulio ringraziano per aver dato una cosi importante formazione scolastica ai due figli, Alba e Giorgio, offrendo, come detto dal prof. Palla, un’importante offerta scolastica, culturale e umana, il che, diciamo noi, che, per una scuola di provincia, è elemento significati e di grande rispetto, un’importante opportunità da cogliere e conservare da parte di studenti e Istituzioni.

giulio_ballerini_e_la_mamma_ombretta_sabatini_20161119

Lascia un commento